Con il termine Capitale Umano si intende l’insieme di conoscenze, competenze, abilità, emozioni, acquisite durante la vita da un individuo e finalizzate al raggiungimento di obiettivi sociali ed economici, singoli o collettivi.

Per formare il capitale umano le Aziende sostengono dei costi, che se considerati investimenti devono necessariamente produrre un rendimento economico e sociale.

Sempre più quindi nei percorsi formativi aziendali si costruiscono oltre alle consolidate attività formative d’aula, attività sempre più individuali, per contribuire più efficacemete all’ EMPOWERMENT PERSONALE E PROFESSIONALE. Attraverso percorsi di Coaching e Counseling si  diffondono più velocemente all’interno di aziende e organizzazioni piccole, medie e grandi un repertorio di strumenti, mediante i quali si possono valorizzare le capacità soggettive di ogni singolo Professionista, accrescendo e migliorando le strategie manageriali, rinvigorendo i processi di apprendimento, di comunicazione e motivazionali, considerati psicologicamente gli elementi chiave nel processo produttivo.

Il percorso così strutturato stimola le Competenze Manageriali e trova la sua centratura metodologica nell’analisi dei comportamenti, degli atteggiamenti, delle mappe mentali di riferimento dei partecipanti al fine di evidenziarne i meccanismi automatici e routinari e, partendo da questi ultimi, individuare un piano di autolettura e allenamento individuale orientato all’aumento della propria efficacia manageriale nelle diverse occasioni organizzative di contatto col cliente interno ed esterno.

In particolare, il focus degli incontri individuali  è orientato a migliorare ed allenare le proprie risorse professionali nelle diverse fasi del lavoro attraverso il riconoscimento e la condivisione di tecniche specifiche, per: permettere il buon funzionamento dell’organizzazione, creare un’identità comune di impresa, rispondere ai bisogni informativi del personale, rafforzare la coesione, sensibilizzare, motivare, coinvolgere il personale, stabilire un clima di fiducia fra management e personale, favorire il lavoro di squadra, superare eventuali conflitti interni, presentarsi all’esterno come una azienda che comunica bene all’interno e sostenere meglio eventuali cambiamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.